Giovedì, 19 Gennaio 2023

Progettare una scala: i titoli edilizi da richiedere

Quando si eseguono degli interventi di ristrutturazione su una casa, anche per quel che riguarda la progettazione scala interna, è necessario porre attenzione ai cosiddetti titoli edilizi.

Progettare una scala, infatti, è un’attività che va a incidere sulle parti strutturali dell’edificio e sul suo volume. Per questo la legge italiana prevede una serie di titoli edilizi da ottenere prima di progettare una scala interna. Disegnare una scala all’interno di un progetto, quindi, non è il frutto solamente della creatività dell’architetto o della stabilità dell’ingegnere, ma anche il frutto di un’attività burocratica legata all’ottenimento di un’autorizzazione, nota con il nome di titolo edilizio.

Progettare una scala è un intervento indispensabile nelle abitazioni di Milano perché in grado di migliorarne la vivibilità, sia dal punto di vista tecnico di collegare due piani posti a differente altezza che da quello estetico, migliorandone l’arredamento e contribuendo a definirne lo stile.


Cosa sono i titoli edilizi

Prima di entrare nel merito dei titoli edilizi legati alla progettazione scale interne è importante comprendere cosa sono questi titoli abitativi. Nel nostro Paese vige un Testo Unico sull’Edilizia che regolamenta tutte le attività che è possibile eseguire su un edificio e quali (e quando) autorizzazioni richiedere per eseguire quel tipo di lavoro. Questo riguarda sia le nuove costruzioni che i lavori di ristrutturazione e nel nostro caso, quindi, interessa sia la progettazione scale per una nuova casa che la ristrutturazione di una scala già esistente.

I titoli edilizi altro non sono che delle pratiche amministrative necessarie per lo svolgimento di alcuni specifici lavori. Il Titolo II del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (approvato e aggiornato con Decreto del Presidente della Repubblica 380 del 6 giugno 2001) e noto come Testo Unico dell’Edilizia prevede un’intera sezione dedicata ai titoli abitativi.

In sostanza, dopo l’ultimo aggiornamento che ha snellito il numero e le procedure burocratiche per richiedere e ottenere queste pratiche amministrative, i titoli edilizi sono: il permesso di costruire (PdC), la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) e la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA). Per progettare scale a norma di legge, quindi, è necessario, a seconda dei casi, richiedere e ottenere questo tipo di pratica.


Progettare una scala: quando richiedere un titolo edilizio

Come progettare una scala? Progettare una scala è un intervento che rientra tra quelli di manutenzione straordinaria, così come disciplinato dal Testo Unico dell’edilizia. Questo significa che per qualsiasi progetto scala, sia di nuova costruzione che di ristrutturazione, va previsto e presentato il corretto titolo edilizio.


I titoli edilizi per progettare una scala

Vediamo quindi quali sono i titoli edilizi da prevedere quando si deve progettare una scala da interni e qual è quello obbligatorio in base al tipo di intervento. Ciascuno dei titoli edilizi va redatto da un tecnico abilitato per assicurarne la validità e l’efficacia legale.

SCIA

La SCIA è la Segnalazione Certificata di Inizio Attività ed è il titolo edilizio che va richiesto quando si interviene con una manutenzione straordinaria su parti strutturali dell’edificio. Questo significa che per progettare una scala la cui installazione comporta la demolizione di una parte di solaio o la modifica strutturale dell’edificio è obbligatorio presentare la SCIA. Questa è una comunicazione, quindi i lavori possono iniziare contestualmente al suo invio, che va effettuato tramite l’apposito modulo, accompagnata da tutti i documenti richiesti, e inviata al Comune di Milano o a quello di competenza.

Permesso di costruire

Il Permesso di Costruire va presentato per progettare una scala su edifici di nuova costruzione o su quelli nei quali la ristrutturazione edilizia ha modifica, parzialmente o completamente, la natura dell’edificio stesso. Va previsto il Permesso di Costruire anche nei casi in cui la progettazione della scala rientri in un più ampio lavoro di sopraelevazione e per quegli edifici sottoposti a vincoli di carattere architettonico o storico. A differenza della SCIA e della CILA il Permesso di Costruire non è una comunicazione, ma una vera e propria richiesta di autorizzazione che va presentata tramite una specifica istanza al Comune di Milano o a quello di competenza attraverso i canali telematici o tradizionali previsti.

CILA

La Comunicazione di Inizio Lavori asseverata si presenta nei casi in cui la progettazione della scala interna non rientra né in quelli previsti dalla SCIA e dal Permesso di Costruire. La CILA si presenta tramite apposita pratica allo Sportello Unico per l’Edilizia del Comune di Milano o di quello di riferimento. Anche per la CILA, così come per la SCIA, non bisogna attendere una vera e propria autorizzazione e i lavori possono iniziare nel momento stesso in cui la comunicazione viene inviata.

E l’edilizia libera?

Questo non è un vero e proprio titolo edilizio, anzi è proprio l’esatto opposto, ovvero la possibilità di effettuare degli interventi senza richiedere un’autorizzazione o effettuare una comunicazione. Per le scale da interni rientrano in edilizia libera i semplici interventi di riparazione e manutenzione, quelli che in sostanza non comportano una modifica della struttura, ma solamente la sua sistemazione.

Per progettare una scala a chiocciola, una scala a giorno, una scala a sbalzo o una scala su misura scopri le soluzioni, i modelli e le proposte da Diemme Group, leader dell’ideazione e della realizzazione di scale interne ed esterne completamente made in Italy.

Diemme Group

Via Cannegge 8
Castelplanio (AN), 60031
Tel: +39 0731 812005
info@diemmegroup.com

ORARIO SHOWROOM
Aperto da Lunedì a Venerdì:
08.00 - 12.30 / 14.00 - 18.30
Chiuso Sabato e Domenica.

Seguici su

SOLUZIONI DI ARREDO

Hai bisogno di oggetti d'arredo?
Tavoli, sedie, sgabelli, appendi abiti, lamiere con scritte e forme personalizzate.
CONTATTACI

Certificazioni

EN 1090-1:2009/A1:2011
Componenti strutturali e kit per strutture di acciaio

EN 1090-1 / EN 1090-2
Manufatti in acciaio saldati per carpenteria strutturale

ISO 3834-2:2021
Costruzione e saldatura di strutture in acciaio